Generalità
••• Sistema di insediamento posto in essere dai primi popoli barbari e germanici disseminati all’interno dell’Impero romano, in virtù del quale si venne a sottrarre ai possidenti romani, nella misura di uno o due terzi, la gran parte delle loro proprietà terriere e delle loro rendite, si riconosceva il diritto al vitto e all’alloggio da parte dei facoltosi proprietari terrieri romani, che, in compenso, ricevevano protezione e difesa da quei popoli che, originari dell’Est europeo, dichiaravano fedeltà e dedizione all’Imperatore di turno, garantendogli l’aiuto militare e politico, ma rimanendo nel contempo autonomi e indipendenti e senza, peraltro, intaccare nel profondo la preesistente stratificazione sociale.
••• In età medievale, tuttavia, a seguito dell’invasione e della conquista violenta messa in atto dal popolo longobardo, l’istituto dell’“hospitalitas” mutò radicalmente i suoi elementi distintivi, giacché l’insediamento di cui sopra non fu più un istituto predisposto e pattuito tra le parti, divenendo, infatti, sempre più il risultato dell’angheria dei vincitori sui vinti.
Voci correlate
••• Hospites
••• Hospitium
Bibliografia
••• Ennio Cortese, “Le grandi linee della storia giuridica medievale”, Il Cigno Galileo Galilei Edizioni, Roma, 2001