Generalità
••• Conferenza svoltasi dal 22 al 26 novembre del 1943, durante la quale i diversi partecipanti (Franklin Delano Roosevelt, Winston Churchill, Chiang Kai-shek) tracciarono, pur a grandi linee, gli obiettivi degli Alleati riguardo il conflitto contro il Giappone e le future relazioni asiatiche una volta conclusa la Seconda guerra mondiale, dettati in una dichiarazione del 27 novembre e resi noti al pubblico dominio via radio soltanto qualche giorno dopo, il 1° dicembre, il cui testo è il seguente:
••••• Le numerose missioni militari sono giunte ad un accordo
••••• per le future operazioni contro il Giappone.
••••• I Tre Grandi Alleati hanno espresso la volontà di portare ai loro brutali nemici
••••• una pressione inarrestabile, per mare, terra ed aria.
••••• Questa pressione sta già montando.
••••• I Tre Grandi Alleati stanno combattendo questa guerra
••••• per frenare e punire l’aggressione del Giappone.
••••• Essi non bramano guadagni per loro stessi, ne pensano ad espansioni territoriali.
••••• Il loro scopo è che il Giappone sia privato di tutte quelle isole che ha occupato
••••• o espropriato fin dagli inizi della Prima guerra mondiale nel 1914,
••••• e che tutti i territori cinesi che i Giapponesi hanno invaso come, la Manciuria,
••••• Formosa e le isole Pescadores, saranno restituiti alla Repubblica Cinese.
••••• Il Giappone sarà espulso anche da tutti quei territori che ha preso con violenza e avidità.
••••• Le tre anzidette grandi potenze, memori della riduzione in schiavitù del popolo di Corea,
••••• sono determinate che a tempo debito la Corea diverrà libera ed indipendente.
••••• I tre alleati con questi scopi in mente,
••••• in armonia con quelli delle Nazioni Unite in guerra con il Giappone,
••••• continueranno a perseverare in importanti e prolungate operazioni necessarie
••••• per portare alla resa incondizionata del Giappone.
Bibliografia
••• Raymond Cartier, “La Seconda guerra mondiale”, Mondadori Edizioni, Milano, 1995
Collegamenti esterni
••• http://avalon.law.yale.edu/wwii/cairo.asp