Generalità
••• Complesso di norme legislative elaborate e promulgate dagli Stati Generali francesi a Parigi il 3 marzo 1357 con l’obiettivo qualificante di contenere il potere assoluto del Re Giovanni II, prevedendo una ristrutturazione complessiva dell’amministrazione governativa regia e statale, dato che per esempio si prevedeva l’estromissione dei funzionari più direttamente legati al re, il diritto degli stessi Stati Generali di riunirsi più volte all’anno, dei precisi limiti di spesa reali, l’assenso degli Stati Generali circa le tregue da concludere, la creazione di una moneta valida, l’istituzione di una tassa nazionale decisa dagli Stati Generali e altre riforme amministrative.
••• La Grande Ordonnance, accettata dal delfino di Giovanni II, cioè Carlo, Duca di Normandia e futuro Re di Francia come Carlo V, detto il “saggio”, fu probabilmente il primo passo della crisi sociale e politica francese che sfocerà poi nella sollevazione popolare, solitamente contadina, detta della “jacquerie”, del 1358.
Bibliografia
••• Georges Duby, “Storia della Francia”, Bompiani, Milano, 2001