Generalità
••• Espressione utilizzata per indicare i profughi sud vietnamiti che in centinaia di migliaia, con imbarcazioni di fortuna, barche, chiatte e zattere, e sovente in sovraccarico, preferirono abbandonare il loro paese e le loro cose a seguito della vittoria militare del Vietnam del Nord e all’indomani della nascita, all’inizio del luglio 1976, della Repubblica Socialista del Vietnam e in concomitanza con la grave crisi socio-economica che investì il paese tra il 1975 e il 1979, cioè gli anni della ricostruzione postbellica, della nazionalizzazione delle imprese commerciali e della collettivizzazione delle terre.
Bibliografia
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli Editore, Bologna, 2000