Generalità
••• Nella Russia zarista il tributo feudale, corrisposto prima in natura e poi dal XVII, in denaro, dovuto dai contadini – maschi e servi della gleba – al loro proprietario terriero, il quale tassava tutti i profitti del contadino derivanti dalle sue attività non agricole, come l’artigianato e il commercio, e ciò fino al 1861, cioè l’anno in cui su iniziativa dello Zar Alessandro II venne ufficialmente abolita la servitù della gleba.
Bibliografia
••• Roger Bartlett, “Storia della Russia”. Rizzoli, Milano, 2007