Generalità
••• Celeberrima riforma elettorale di tipo maggioritaria voluta da Benito Mussolini e elaborata da Giacomo Acerbo, leader del movimento fascista abruzzese, nel 1923 per le elezioni del 1924 per favorire il successo politico elettorale del blocco fascista; in pratica, la legge prevedeva che al partito di maggioranza relativa che avesse ottenuto almeno il 25% dei suffragi validi fossero assegnati i 2/3 dei seggi alla Camera dei Deputati, con la spartizione del restante 65%, con criterio proporzionale, fra le altre liste elettorali.
Bibliografia
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli Editore, Bologna, 2000
••• Indro Montanelli, Mario Cervi, “L’Italia del Novecento”, Rizzoli Editore, MIlano, 2001
••• “La storia”, UTET Editore, Torino, 2007; De Agostini Editore, Novara, 2007; Mondadori Editore, Milano, 2007