Generalità
••• Sostenitori nel XVIII-XIX secolo dei pretendenti al trono di Francia della dinastia Orléans, imparentata con la famiglia regnante, quella dei Borbone, e indicata come la più appropriata e affidabile alternativa ai sovrani succedutisi, di caratura modesta e comunque il più delle volte invisi alla nazione in quanto eccessivamente conservatori.
••• Le prime aspirazioni orleaniste si possono individuare con Filippo II d’Orléans, allorquando, dal 1715 al 1723, ebbe la reggenza durante la minorità di Re Luigi XV, e soprattutto nel corso della Rivoluzione del 1789, allorquando molti guardarono, quale legittimo erede del Re Luigi XVI, al duca Luigi Filippo Giuseppe d’Orléans, detto “Philippe Égalité” per l’adesione attiva e convinta al processo rivoluzionario e per le sue idee politiche tendenzialmente liberali. Alla fine, però, l’orleanismo trionfò nel 1830, con il figlio di Luigi Filippo Giuseppe d’Orléans, cioè Luigi Filippo, che fino al 1848 regnò sui francesi con il nome di Luigi Filippo I, accettando l’incarico come “re dei francesi per volontà della nazione” e non più re per investitura divina, con l’obiettivo di modificare in senso liberale il regime costituzionale del suo paese.
••• Nonostante il crollo della monarchia, avvenuto nel 1848 sotto la spinta della rivoluzione popolare e repubblicana, nei decenni successivi, sia durante la Seconda Repubblica (1848-1852) che durante il Secondo Impero (1852-1870) le aspirazioni monarchiche olrleaniste resistettero, e in particolare dopo il tracollo dell’Impero di Napoleone III, nel 1870, allorché gli orleanisti sostennero, con i “legittimisti”, la candidatura al trono di Francia di Filippo Alberto d’Orléans, conte di Parigi; il progetto non andò in porto, anche per il fatto che gli orleanisti, al contrario dei legittimisti assolutisti, erano a favore di un regime monarchico di stampo costituzionale e comunque la Terza Repubblica, dal 1870, fu in grado di sviluppare tutti gli anticorpi necessari per ostacolare qualsiasi tentativo, oramai velleitario e utopistico, di restaurazione monarchica, sicché nello spazio di pochi anni il movimento orleanista si dissolse completamente.
Bibliografia
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli, Bologna, 2000
••• Georges Duby, “Storia della Francia”, Bompiani, Milano, 2001
••• “La storia”, UTET, Torino, 2007; De Agostini, Novara, 2007; Mondadori, Milano, 2007