Generalità
••• Presso il popolo franco al tempo della dinastia merovingia rappresentavano il “comitatus”, cioè il seguito, oppure il corpo di guardia del re o della regina. Dopo aver prestato giuramento e aver fatto formale sottomissione al re, gli antrustioni svolgevano importanti uffici burocratici e servivano militarmente il re, il quale d’altro canto aveva l’obbligo di appoggiarli e difenderli in caso di offese ad essi arrecate, così come talora li compensava con l’assegnazione di terre; il vincolo reciproco di aiuto e assistenza poteva comunque venir meno, e tuttavia, nel caso che il vincolo fosse stato sciolto dall’antrustione, questi doveva necessariamente riconsegnare tutto quel che aveva ricevuto dal re.
••• A partire dal VI-VII secolo, con l’avvento della dinastia franca carolingia, gli antrustioni persero bruscamente ruolo e influenza, in concomitanza dell’omaggio feudale o vassallatico.
Bibliografia
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli Editore, Bologna, 2000
••• Georges Duby, “Storia della Francia”, Bompiani Editore Milano, 2001