Generalità
••• Espressione usata per la prima volta da Seneca in “De providentia” intorno al 64 d.C e designante da allora in storiografia quel lungo periodo di armonia e pace imposto da Roma sui territori facenti parte dell’Impero romano e che va inteso convenzionalmente dal 29 a.C., quando l’Imperatore Ottaviano Augusto dichiarò finita la guerra civile romana – e per questo chiamata anche “Pax Augustea” -, al 180 d.C., l’anno della morte dell’Imperatore Marco Aurelio. L’espressione “Pax Romana”, quindi, rimarca il fatto che la dominazione romana e soprattutto il suo sistema giuridico pacificarono le regioni e conciliarono i popoli che fino a quel momento erano state al centro di numerose dispute; e tuttavia, l’idea di pace universale e concordia appare veritiera solo in parte, poiché Roma, pur non subendo vere guerre civili o invasioni, combatté spesso e dovunque, soprattutto contro popolazioni germaniche e la Partia.
Link
••• http://www.treccani.it/enciclopedia/