Generalità
••• Nome della celeberrima legge o costituzione emanata nel 1356 a Norimberga da Carlo IV, Imperatore del Sacro Romano Impero, allo scopo di regolare l’elezione imperiale, delegandola da quel momento a sette grandi principi tedeschi, meglio conosciuti come “principi elettori”, ovvero:
•••• Arcivescovo di Colonia;
•••• Arcivescovo di Treviri;
•••• Arcivescovo di Magonza;
•••• Re di Boemia;
•••• Conte del Palatinato;
•••• Duca di Sassonia;
•••• Margravio di Brandeburgo.
••• L’importanza di questa legge è quindi straordinaria, poiché, stabilendo il carattere elettivo della carica imperiale, il “Reichstag” – cioè l’assemblea che durante il Sacro Romano Impero riuniva il sovrano e i più grandi principi – poneva termine al controllo diretto del Papato sull’Impero, visto che dall’800 – dall’incoronazione di Carlo Magno ad opera di Papa Leone III – divenne prerogativa papale incoronare gli imperatori.
••• Rimasta in vigore fino alla disintegrazione del Sacro Romano Impero (1806), l’anzidetta “Bolla d’oro”, costituita da trentuno capitoli, consta di altre importanti disposizioni giuridiche e istituzionali, e tra queste merita una citazione particolare quella contenuta nel quindicesimo, che stabiliva l’illegittimità delle confederazioni e delle leghe formatesi tra le città dell’Impero durante il periodo medievale.
Bibliografia
••• “Storia medievale”, Donzelli Editore, Roma, 1998
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli Editore, Bologna, 2000
••• “La storia”, UTET Editore, Torino, 2007; De Agostini Editore, Novara, 2007; Mondadori Editore, Milano, 2007