Generalità
••• Termine designante nelle antiche tribù germaniche tutti i nobili vantanti un’origine divina, ovvero il ceto sociale più elevato presso i germani liberi, comprendente quindi i membri reali, i capitribù e i loro diretti discendenti, al punto tale che, in caso di ingiuria nei loro confronti, l’ammenda era di norma maggiore che per un’onta arrecata a una persona di rango inferiore.
••• Dal VIII secolo, e cioè con l’avvento della dinastia imperiale franca carolingia, il loro ruolo venne progressivamente meno, sostituiti sempre più da un’altra stirpe nobiliare che da allora trae la sua genesi principalmente dal rapporto di fedeltà (“vassallatico”) al sovrano.
Bibliografia
••• Massimo L. Salvadori, “Enciclopedia storica”, Zanichelli Editore, Bologna, 2000