Generalità
••• Qualsiasi legge decretata dal Parlamento britannico, la cui particolarità essenziale consiste nella distinzione fra legge scritta (“Statute Law”) e regola giuresprudenziale (“Common Law”). Ebbene, qualsiasi “Act”, che dà luogo alla “Statute Law”, prevale sulle altre fonti del diritto, per entrare quindi in vigore nel momento in cui riceve il “Royal Assent” da parte del sovrano, il quale da quel dato momento non può richiedere una nuova, eventuale deliberazione.
••• Al riguardo, tra le più importanti leggi promulgate dal Parlamento britannico due di queste in particolare meritano una citazione, e più precisamente:
•••• l’“Act of Parliament” del 1911, sulla base della quale venne stabilita l’assoluta supremazia della Camera dei Comuni (“House of Commons”), delimitando perciò, tra le altre cose, il potere, o meglio il veto sospensivo, della Camera dei Lords, così come venne modificata la durata della legislatura parlamentare, esattamente da sette a cinque anni;
•••• l’“Act of Parliament” del 1949, in base alla quale si venne ulteriormente a ridurre il ruolo della Camera dei Lords, dato che si venne a delimitare anche il tempo spendibile in riferimento al veto sospensivo, passato, infatti, da due anni a uno.
Link
••• http://www.pbmstoria.it/dizionari/storia_mod/a/a005.htm
••• http://www.parliament.uk/about/